Eolo

Link Progetto: http://www.progetto-eolo.it/index.php

 EOLO

 

Il vento è una inesauribile risorsa naturale utilizzabile per produrre energia pulita

La capacità installata mondiale di generatori eolici è attualmente di circa 487 GW, con un trend di crescita di oltre 50 GW negli ultimi due anni. A testimonianza di questo trend, il rapporto biennale del Global Wind Energy Council (Gwec) stima che entro il 2030 l’energia eolica coprirà il 20% del fabbisogno energetico elettrico a livello mondiale, arrivando quindi a produrre 2.110 GW. Oltre al vento disponibile naturalmente possiamo disporre di diverse tipologie di correnti ventose a bassa velocità, come quelle generate dal movimento dei mezzi di trasporto.

Il progetto EOLO non si inserisce nel settore dell’energy harvesting tradizionale, ma intende sviluppare dei generatori eolici di potenza medio-bassa, sfruttando lo spostamento dell’aria prodotto da traffico veicolare e ferroviario, oltre a quello naturale, che sia sfruttabile in contesti urbani, extraurbani e territori antropizzati dove non è disponibile l’energia elettrica.

I benefici delle tecnologie sviluppate in EOLO sono sia diretti, che indiretti, ovvero:

  • Applicare il concetto di rete di scambio, cioè la valorizzazione dell’energia elettrica prodotta ma non consumabile al momento;
  • Creare ed integrare nuove apparecchiature per valorizzare le risorse eoliche disponibili in quanto degradate (basse velocità, turbolenza diffusa) o non accessibili per vincoli di integrazione architettonica o  paesaggistica;
  • Superare i limiti dei generatori eolici attuali con tecnologie e materiali innovativi;
  • Valorizzare e ridurre il consumo di territorio, attraverso il recupero degli spazi e delle infrastrutture prevalentemente destinati alla circolazione di mezzi di trasporto.

 

Obiettivi progetto EOLO

L’obiettivo generale del progetto EOLO è la realizzazione di innovativi sistemi mini-eolici, efficienti e sostenibili, per la captazione e la valorizzazione energetica del vento, applicabili in ambienti antropizzati (ambienti urbani, rurali, costieri e soprattutto stradali). Il progetto, in particolare, fa riferimento alle potenzialità e all’applicabilità di tali sistemi su luoghi non diversamente sfruttabili quali rotonde e spartitraffico, specie per quello che concerne il territorio toscano e mira ad ottenere una significativa rivalorizzazione di quel territorio in termini energetici, estetici e funzionali.

Il raggiungimento di tale obiettivo generale passa attraverso il perseguimento di 4 obiettivi specifici :

  1. Realizzazione di uno specifico sistema di misurazione dell’intensità ventosa generata dal passaggio dei mezzi di trasporto, volto alla quantificazione dell’energia recuperabile ed alla definizione delle utenze servibili.
  2. Ideazione e prototipazione di sistemi di captazione di energia eolica basati su innovative turbine eoliche con funzionamento rotativo.
  3. Ideazione e prototipazione di aerogeneratori bio-ispirati basati su materiali multifunzionali e/o nanostrutturati con funzionamento pulsante.
  4. Valutazione dell’efficienza, dell’applicabilità e della sostenibilità dei sistemi proposti, contestualizzati all’ambiente toscano e mirati alla rivalorizzazione del territorio, con particolare riferimento a quei luoghi non altrimenti sfruttabili e/o sottratti alla collettività dalla presenza di infrastrutture invasive (principalmente stradali).

 

Ricerca IIT nell'ambito del progetto EOLO

Nell'ambito del progetto EOLO, il Center for Micro-BioRobotics dell'Istituto Italiano di tecnologia si occupa di sviluppare un dispositivo per la generazione di energia basato su effetto triboelettrico, costituito da un sistema fogliare artificiale (denominato "Cespuglio Triboelettrico"). Le singole foglie di questo sistema, stimolate meccanicamente e ripetutamente dal vento, funzioneranno come dei microgeneratori di energia eolica.

TriboCespuglio